Verbali e contravvenzioni Sentenze

  • 0

Verbali e contravvenzioni Sentenze

Verbali e/o contravvenzioni
I verbali e/o le multe e/o le contravvenzioni al codice della strada, se notificate oltre 60 gg dall’emissione, sono da ritenere non applicabili pertanto non hanno nessun effetto.

I verbali per decurtazione punti e/o per revisione patente, CQC e cap/B, non hanno nessun effetto fino a quando non arriva la notifica al trasgressore pertanto si può continuare a guidare anche se in mancanza di tutti i punti.

Incremento sansioni, dal 30/3/2011, sono state incrementate le sansioni ai sensi del D.M. 30/3/2011

Omessa revisione
Per effetto della legge 29.7.2010 n. 120 il documento di circolazione, per omessa revisione ai sensi dell’art. 80 comma 14 del cds, non vine più ritirato all’atto dell’accertamento ma viene apposta, da parte dell’organo accertatore, annotazione relativa alla sospensione del veicolo dalla circolazione fino all’effettuazione della revisione: tale annotazione consente al veicolo di recarsi presso un centro revisioni autorizzato ovvero presso il competente UMC per effettuare la visita di revisione.

Omessa revisione con veicolo che circola in autostrada
L’art. 176 del cds, al comma 18, prevede che il conducente che circola sulle autostrade con veicolo non in regola con la revisione prevista dall’art. 80, ovvero che non l’abbia superata con esito favorevole, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 155 a euro 624.
Per questo tipo di infrazione è sempre disposto il fermo amministrativo del veicolo che verrà restituito al conducente, proprietario o legittimo detentore, ovvero a persona delegata dal proprietario, solo dopo la prenotazione per la visita di revisione. Si applicano le norme dell’art. 214 del cds.

Circolazione con veicolo sequestrato e/o con fermo amministrativo
circ. 300/A/580/12/101/20/21/4 del 25/1/2012. Se si circola con veicoli sottoposti a fermo amministrativo e/o a sequestro amministrativo, si incorre all’art. 213 cds ed Art. 214 C.d.S. cds oltre all’art. 334 e 349 del c.p.

Sanzioni per tempi di guida e uso del tachigrafo
Infrazioni in materia dei tempi di guida e di riposo
Sulla G.U. n° 15 del 20/01/2011 è stato pubblicato il D.Lgs 245/2010 del 23/12/2010 che recepisce le Direttive Comunitarie 2009/4/CE e 2009/5/CE e modifica il D.Lgs 144/2008 sulle norme minime per l’applicazione della normativa sociale in materia di trasporto. Questi provvedimenti si propongono di introdurre un nuovo sistema di scassificazione del rischio delle ditte di trasporto, da utilizzare per assoggettare a controlli più rigorosi e fraquenti le imprece che presentano un fattore di rischio più alto. L’Allegato III di detto D.Lgs 245, riporta la tabella di classificazione del rischio.

Orario di lavoro dei lavoratori mobili nel settore dei trasporti       vedi 5064
Durata della guida e dei riposi dei conducenti professionali            vedi 5071

Regolazione dell’attività lavorativa dei conducenti                       vedi 5070
Sanzioni per tempi di guida ed uso del tachigrafo                          vedi 5079
Tempi di attesa ai fini del carico e scarico vedi                        D.D. 24/3/2011 n° 69
Indirizzi interpretativi per applicazione sansioni art. 174 cds vedi circ. prot 17598 del 22/7/2011 Miistero Trasp. (Ministero Interni prot. 300/A/6262/11/111/20/3 del 22/7/2011), sui pempi di guida e di riposo

– Tabella riepilogativa coefficienti di superamento tempi
Il regolamento n° 1073/2009/CE, di modifica al regolamento 3820/85/CE, ed il regolamento 561/2006/CE del 15/03/2006, stabilisce i tempi di guida e riposo che ogni conducente di veicoli, con obbligo di installazione ed uso del tachigrafo, deve rispettare.

Nella sceda f 296n, sono riportati i tempi di guida e di riposo, in base alle nuove disposizioni normative.
Il modellof 374 è da compilare quando un autista che ha guidato un veicolo con l’obbligo dell’uso del tachigrafo, svolge una attività diversa nei 28 giorni precedenti la guida, la compilazione e la conservazione del modello è indispensabile per la copertura dei 28 gg lavorativi.
La Comunità Europea, con il RegolamentoCEE/1071/09, recepito da parte dell’Italia con proprioD.M. 120/2010 del 29/07/2010, dispone che tutti i paesi CE dovranno regolamentarsi, nel rispetto dei seguenti parametri, per quanto concerne il superamento dei tempi di guida e di riposo di un conducente professionista che ha l’obbligo dell’uso del cronotachigrafo.
I valori massimi da rispettare sono i seguenti, con possibilità di ogni Stato membro di abbassare detti valori:

    Tempi                                                  Coefficiente di superamento
                                              Entro il 10%           Dal 10 al 20%                 oltre il 20%
    Guida giornaliera 9 ore              54′                          108′
                       multa               38-152 euro            300-1200                       400-1600
                       punti detr. su CQC   0                             2                                10
    —————————————————————————————————-
    Guida settimanale 56 ore         5h 36′                da 5h 36′ a 11h 12′
                       multa                      0                     250-1000                        400-1600 
                       punti                       0                          1                                    2
    —————————————————————————————————–
    Riposo giornaliero 11 ore          9h 54′               da 9h 36′ a 8h 48′
                       multa                200-800                 350-1400                        400-1600
                       punti                       0                           5                                   10
    —————————————————————————————————–
    Riposo settimanale 45 ore         40h 30′             da 40h 30 a 36h
                       multa                      0                     350-1400                        400-1600
                       punti                       0                           3                                     5
    Il riposo di 24 ore, con obbligo del recupero entro la 3° settimana successiva, è sempre possibile
    ——————————————————————————————————–
    Pausa, tra 2 periodi di guida, pari a 45′, se non rispettata, senza limite di minuti,
                       multa            155-620                  
                       punti                  2
    ——————————————————————————————————–
Norme di indirizzo interpretative della Commissione Europea sui tempi di guida
Con circolare prot. 37/0002140/MA007.A001 del Ministero degli Interni, si è data pubblicazione all’orientamento della commissione europea sui tempi di guida, di pausa e di riposo

Obbligo di comunicazione del conducente
Con sentenza della Corte di Cassazione sez.II Civile, del 4/3/2011 n° 5244, il proprietario del veicolo è obbligato a comunicare agli organi competenti, se richiesto, chi quidava il veicolo al momento del verbale di decurtazione dei punti inquanto è tenuto a conoscere sempre l’identità del soggetto al quale ha affidato il proprio veicolo ed a fornire quindi tutti i dati del caso, salvo in quei casi di incolpevolezza ( furto del veicolo, sottrazione, prelievo non autorizzato, ecc….)
Per ogni corso di recupero punti effettuato è possibile recuperare un massimo di 9 punti; il corso è di 20 ore.